venerdì 25 marzo 2011

Premio puro

  • Pagamento di un premio costante

  • Poiché nelle operazioni di assicurazione intervengono COMPONENTI FINANZIARIE + COMPONENTI ALEATORIE nella determinazione del premio devono intervenire entrambe e poi deve trattarsi di un calcolo ad oggi quindi di un valore attuale

  • Calcolare il premio puro significa determinare il valore attuale attuariale della somma assicurata

    • LOGICA DEL CONTRAENTE

A fronte del trasferimento del rischio voglio avere un certo capitale o una rendita

    • LOGICA DELLA COMPAGNIA

Se mi assumo il rischio cosa devo far pagare a questo soggetto

Non può tenere presente il PREMIO NATURALE perché è diverso da esso

Incremento del premio a fronte di un aumento del rischio

Il soggetto non si trova a pagare premi costanti

Nel passaggio dai PREMI NATURALI che sono teorici a quelli PURI la Compagnia applica le RISERVE TECNICHE

VARIABILI:

  • Finanziarie
  • Attuariali

Deve conoscere anticipatamente un provento di carattere finanziario e ragionare di attualizzazione

PPURO = Sv^n np

S = somma assicurata

v^n = 1 = (1 + i)^-n

(1+i)^n

i = tasso tecnico (T.T.) o tasso tecnico precontato (costituisce il risultato minimo in termini di rendimento che la Compagnia ritiene di poter ottenere degli investimenti dei premi

np = fattore di attualizzazione e sconto demografico

ci esprime

  • probabilità di morte
  • probabilità di sopravvivenza

tavole demografiche

  • è tanto più alta quanto è maggiore l’età e quindi è maggiore il premio
  • è tanto più alta quanto minore è l’età e quindi il premio è più alto

v^n np = TASSO DI PREMIO PURO

PPURO = valore attuale attuariale della somma assicurata

Nessun commento:

Posta un commento